Turismo, no a sottomissioni alla Ferrari

COMUNICATO STAMPA

Nell’ultimo Consiglio comunale si è affrontato il rinnovo della convenzione per la gestione associata dei servizi di informazione e accoglienza turistica che vede Formigine contribuire con 16mila euro all’ anno. Pesanti critiche sono arrivate dal capogruppo M5s, Saverio Iacoi: «Siamo consapevoli dell’opportunità per Formigine di poter beneficiare dell’indotto del turismo Ferrari ma ciò non deve portare ad una totale subordinazione alle scelte ed agli interessi di un’azienda privata. L’Ufficio Iat di Maranello, per l’impressione che ho avuto vedendolo, sembra più un ufficio informativo per la Ferrari che uno vero e proprio ufficio turistico che promuova il nostro territorio nei confronti delle persone che entrano al Museo. Siccome lo stesso dirigente ufficio Silvestri e l’assessore Bizzini ci hanno confermato che non ci sono modalità o indici per avere un adeguato feed-back per riscontrare l’effettivo ritorno sul nostro territorio di turisti indirizzati dallo Iat ci auguriamo che, nei prossimi mesi, il sindaco Costi faccia valere maggiormente in Conferenza dei Sindaci gli interessi del nostro Comune».

Be the first to comment on "Turismo, no a sottomissioni alla Ferrari"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?