Area ex Maletti, il PD confeziona il pacco di Natale?

Giovedì 20 dicembre presso il Castello di Formigine si è tenuto l’ultimo Consiglio Comunale del 2018. All’ordine del giorno il Documento Unico di Programmazione ed il Bilancio.

Essendo l’ultimo Bilancio che da portavoce avrei trattato in Consiglio – spiega Rocco Cipriano – ho colto l’occasione per fare una disamina sulla gestione amministrativa del Sindaco Costi.

Molti cittadini avrebbero voluto un Sindaco più indipendente dalle solite e stantie dinamiche del partito a cui fa capo. Invece abbiamo assistito ad una rincorsa delle solite visioni che hanno portato il Partito Democratico sempre più lontano dalle reali esigenze dei formiginesi, il che anche a livello nazionale, ha determinato una drastica riduzione di consensi e di elettori che ancora danno credibilità a questo approccio politico.

In questi 4 anni il confronto fra chi governa e chi svolge il ruolo di verifica e controllo ovvero le opposizioni, è stato praticamente inesistente. Abbiamo tentato in tutti i modi di influire sul Bilancio di Formigine, portando all’attenzione del Sindaco oltre 200 Mozioni, abbiamo tentato di emendare il DUP e su 30 emendamenti presentati il PD ne ha respinti 30!

Quello che secondo me è mancato a questa Amministrazione – continua Cipriano – è stata la voglia di cambiare, il desiderio di mettere in movimento le incredibili energie che il territorio di Formigine può offrire. I formiginesi si sono allontanati dalla vita politica del nostro Comune.

Consigli di Frazione deserti e Consigli Comunali per pochi intimi. Il Cittadino se è privato della possibilità di poter dare il proprio contributo, se avverte di non contare nulla e che il suo ruolo è solo quello di pagare le tasse (tra le più alte della provincia), si allonta dalle Istituzioni.

Ma il punto in ordine del giorno che ha lasciato tutti attoniti, è stato quello che la maggioranza ha voluto a tuti i costi trattare dopo la mezzanotte, trascinando la discussione fino all’una di notte.

Nonostante le diverse richieste rivolte al Sindaco ed al PD di rinviare il dibattito a Gennaio, inserirlo al primo punto del prossimo dibattito, garantire una seria partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza, non c’è stato nulla da fare, dopo un accesa discussione il PD ha approvato il Piano Urbanistico Attuativo per l’Area ex Maletti di Casinalbo.

Su questo punto ho chiesto che fossero messe agli atti le decine di perplessità che abbiamo rilevato e che meritavano un più serio ed attento approfondimento.

Parrebbe infatti che la convenzione urbanistica  che stiamo stipulando, è con una società in liquidazione dal 2016. Società che già nel 2017 ha chiesto una proroga al piano di ristrutturazione dei propri debiti.

Se le cose stessero in questo modo, come mai la convenzione viene stipulata con società che ha oltre la metà del capitale sociale costituito da altre società anch’esse in liquidazione? Non riusciamo a comprendere il ragionamento che sta alla base della decisione di procedere alla stipula con una società (Socedil) che ha chiesto il concordato preventivo per crisi in data 26/11/2018.

Mi chiedo, nessuno si è avveduto di tale situazione di seria crisi del soggetto attuatore? Quali banche o assicurazioni hanno prestato garanzie e fideiussione per la Socedil? La Socedil è debitrice del Comune di  Formigine per IMU, ICI O TASI ?

Se la Socedil è in crisi, avendo chiesto il concordato preventivo, come mai ottiene fideiussioni bancarie o finanziamenti per attuare il PUA ? Ed infine, che riflessione ha fatto l’Amministrazione anche a fronte di quanto è accaduto all’area ex Cantine?

A tutti questi interrogativi purtroppo, non abbiamo ricevuto risposte soddisfacenti in Consiglio Comunale. Oggi – conclude Cipriano – presenteremo con carattere di urgenza un Interrogazione al Sindaco e valuteremo le prossime azioni da intraprendere per garantire massima trasparenza e sventare il ripetersi di errori che tanto male in passato hanno fatto al territorio formiginese.

 

Rocco Cipriano Consigliere Comunale

Gruppo MoVimento 5 stelle Formigine

CLICCA  E SCARICA INTERPELLANZA

Be the first to comment on "Area ex Maletti, il PD confeziona il pacco di Natale?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?