INTERPELLANZA – CANILE E GATTILE INTERCOMUNALE MAGRETA

I dati relativi alle movimentazioni degli animali, dal 2012 al 30/09/2015, indicano un numero praticamente costante;
– come scritto dagli uffici competenti “…trattandosi di un appalto di servizi non è previsto il rimborso delle spese sostenute, ma un corrispettivo totale corrisposto in rate mensili…”;

Considerato che:
Il file denominato “Chiarimenti” allegato alla documentazione per la gara d’appalto del Canile Intercomunale di Magreta in cui è scritto che nella struttura in oggetto:
a) Stato generale di degrado che richiede la tinteggiatura di tutti i muri interni;
b) Alcune prese e interruttori elettrici sono danneggiati e alcune prese elettriche sono estratte dalle scatole a muro e posizionate a terra;
c) Sono presenti infiltrazioni in diversi punti del tetto;
d) Gran parte dei soffitti presentano muffa e i punti luce sono tutti gialli e si presentano in evidente stato di degrado;
e) I muri perimetrali si presentano vistosamente danneggiati e con parte delle placcature assenti o riposte a terra;
f) Assenza della cartellonistica della sicurezza, cartelli segnalazione estintori, cartellonistica segnalazione delle vie di fuga e assenza di segnalazione del punto di raccolta;
g) Presenza di n. 4 estintori, tre posizionati all’interno del locale caldaia e uno all’ingresso della struttura, ma per tutti non esiste un alloggio a muro e/o regolare supporto a terra;
h) Le canalette dello scarico dell’acqua, esterne a tutti i box, sono sprovviste delle opportune griglie di coperture;
i) Molti pozzetti della struttura risultano danneggiati e/o scoperti;
j) I lampioni perimetrali e di segnalazione dei camminamenti risultano rotti e divelti;
k) Sono presenti dei depositi di materiale di risulta (vetrocemento e/o eternit) e pannelli di rete deposti a terra;

E che:
– “In riferimento alle reti perimetrali e delle aree di sgambo, si sono rilevate delle parti danneggiate che non possono garantire la sicurezza dei cani accolti….”;
– in base a quanto riportato sulla Gazzetta di Modena del 8 Dicembre …” l’offerta di Caleidos per il benessere degli animali implicava: «L’alimentazione dei cani due volte al giorno e l’alimentazione dei gatti tre volte al giorno…….Nei primi giorni di gestione, invece, gli animali sono stati nutriti una sola volta al giorno, di fatto venendo meno all’impegno preso in sede di bando;
– in data 12/12/2015 è stato effettuato un controllo effettuato dalle guardie ecozoofile dell’Anpana.

Sono a chiedere all’Amministrazione:
– Come spiega, l’aumento di spese sanitarie che passa, tra il 2013 e il 2014, da 12.500 euro a 30.000 euro pur mantenendo un numero di animali pressochè identico?
– Ha mai effettuato controlli sulle fatturazioni verificandone la veridicità in maniera dettagliata?
– Se ha mai effettuato verifiche sulla struttura in questi anni? In caso affermativo di quale tipo? Chi ritiene responsabile dei danni? E soprattutto chi pagherà?
– E’ presente eternit all’interno del canile? Quali controlli sono stati effettuati dagli organi competenti in merito? E’ da ritenersi luogo salubre per persone ed animali?
– Se e quali tipi di controlli ha intenzione di effettuare negli anni a venire per evitare il ripetersi di queste situazioni?
– Se è vero quanto riportato sulla Gazzetta di Modena, e se questo cambiamento ha causato problemi agli animali?
– Quali esiti ha dato il controllo delle guardie ecozoofile?
All’attenzione dell’estensore della risposta, chiedo che ne venga fornita copia al proponente nella stessa seduta consigliare di esame.
______________________________________________________________________________________
Formigine 05/01/2016
Firmato
Il Consigliere Marco Giovanelli – Movimento 5 Stelle

CLICCA E SCARICA INTERPELLANZA

 

Be the first to comment on "INTERPELLANZA – CANILE E GATTILE INTERCOMUNALE MAGRETA"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?