Azione concreta per la salvaguardia dell’Ambiente

Impegno prioritario dev’essere l’agevolare il cittadino, nonché i visitatori, creando le condizioni per separare i “rifiuti” ovunque esso si trovi. Da molti anni ci si batte per una raccolta differenziata più consapevole e solidale, evitando sprechi e cercando di riutilizzare e riciclare il più possibile. – Non ci si è mai occupati, dal punto di vista politico, di mozziconi di sigarette e di gomme da masticare; nel Dicembre 2015 sono stati presi, finalmente, provvedimenti anche su questi due inquinanti che indiscriminatamente vengono abbandonati ovunque e che deturpano marciapiedi, piazze, monumenti e tutti gli ambienti esterni; – Era valida nel nostro Paese, fino a qualche decennio fa, una buona pratica qual era il vuoto a rendere: un sistema che permetteva il riutilizzo delle confezioni evitando, dunque, che finissero in discarica. Una forma di riciclo dai molteplici vantaggi economici e ambientali dato che una bottiglia di vetro, con il sistema del vuoto a rendere, veniva riutilizzata più volte risparmiando risorse preziose come materie prime ed energia. Nella quasi totalità dei casi, i rifiuti prodotti sono conteggiati in base ai volumi conferiti in sistemi di raccolta porta a porta, correlando quindi il pagamento alla dimensione e alle frequenze di svuotamento del contenitore che viene affidato al singolo utente o al condominio.

CONSIDERATO ALTRESÌ CHE: Con la pratica del vuoto a rendere, le bottiglie in vetro possono essere riportate dal consumatore e poi riempite nuovamente da 30 a 40 volte circa; nelle condizioni ideali, una bottiglia, può affrontare fino a un massimo di 50 cicli di utilizzo, dopodiché potrà essere riciclata come vetro.  Il primo vantaggio è il risparmio di risorse vergini e il risparmio energetico connesso alla produzione di bottiglie nuove.  Un secondo vantaggio è connesso alla minore produzione di rifiuti.  Un terzo vantaggio ambientale sta nei tagli del trasporto merci: la gran parte di aziende utilizza il vuoto a rendere con i propri prodotti e con le consegne ai clienti-distributori, in questo modo si evitano lunghi trasporti e di conseguenza anche le emissioni di CO2 connesse. Le bottiglie di policarbonato – “plastica” – a rendere possono essere riutilizzate fino a un massimo di 80 cicli. Il policarbonato può essere considerato, così, un imballaggio ecologico e pratico con buone qualità per lo stoccaggio, basso peso, resistenza e mantenimento della qualità del contenuto. I Comuni che realizzano sistemi di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico possono già prevedere l’applicazione di una tariffa puntuale basata sui conferimenti: La responsabilizzazione della singola famiglia è solitamente resa possibile attraverso l’utilizzo di sacchetti a pagamento dotati di trasponder, codici a barre o RFID: il calcolo della tariffa può quindi avvenire in base al numero di contenitori, alle loro dimensioni e alla frequenza di svuotamento. La misurazione può anche avvenire limitatamente al residuo non differenziato, disincentivandone la produzione in favore di incrementi delle quantità raccolte in modo differenziato.

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA: – Affinché l’Amministrazione Comunale, nella figura dell’assessore all’ambiente Bartoli, intraprenda ogni iniziativa di sua competenza, allo scopo di sollecitare Hera spa, che gestisce il servizio di igiene urbana (ed in particolare il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani) per avviare, quantomeno in via sperimentale, i metodi che consentano la possibilità di istituire la tariffa puntuale nel nostro Comune, entro i termini di legge per l’adozione degli atti gestionali relativi all’istituzione, ai sensi dell’art. 1, comma 639, della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, dell’imposta unica comunale (IUC), componente TARI. – Di individuare le somme utili ad avviare il percorso che porti alla completa sostituzione degli attuali cestini dell’indifferenziato su tutto il territorio Comunale, con quelli attualmente presenti sul mercato che consentano di raccogliere separatamente i prodotti da fumo e le gomme da masticare, da installare nei luoghi individuati dall’articolo 40 del collegato ambientale 2014. ( L’articolo 40, stabilisce che ogni Comune deve provvedere a “installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale, appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo”) – Affinché quest’Amministrazione adotti tutte le misure gestionali e finanziarie necessarie a sostenere concretamente la creazione di una filiera produttiva del “Vuoto a Rendere” agendo eventualmente come capofila nei confronti degli altri enti locali; – Di avviare una campagna informativa alla cittadinanza attraverso tutti i sistemi di comunicazione attivi e a disposizione del Comune (giornalino Comunale, pagina istituzionale del Comune su i vari social network, sito web del Comune) nonché sulla stampa, dell’approvazione di questo documento.
______________________________________________________________________________________
Formigine 27/01/16
Firmato
Il Consigliere Marco Giovanelli

CLICCA E SCARICA LA MOZIONE

Be the first to comment on "Azione concreta per la salvaguardia dell’Ambiente"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?